Centenario dell'indipendenza dell’Albania con il film Nentori i dyte

TORINO - Ultimo appuntamento di CinemaInstrada 2012 che viene organizzato in collaborazione con il Centro di Cultura Albanese in una serata che prevede alle ore 20 un incontro dedicato al centenario della proclamazione di indipendenza dell’Albania e alle 21 la proiezione della versione restaurata di ‘Nentori i dyte’ (titolo italiano: Il secondo novembre), uno dei più famosi film storici albanesi che racconta l’importante evento di un secolo fa. 
Il titolo dell’incontro è "Storia della proclamazione d'indipendenza dell'Albania" e verrà condotto dal professore Guido Franzinetti con la partecipazione di Benko Gjata, giornalista, corrispondente dell'Ata (Agenzia Telegrafica Albanese) in Italia. 
La restaurazione del film, che CinemaInStrada propone in lingua originale con sottotitoli in italiano, è iniziata lo scorso 4 settembre dall’originale 35 mm, come iniziativa dell’Archivio Cinematografico Albanese e dell’Albanian National Film Center per celebrare l’importante ricorrenza del 28 novembre. 


‘NENTORI I DYTE – scheda del film 
Titolo italliano: Il secondo novembre 
Regia: Viktor Gjika 
Anno di produzione: 1982 - Durata: 93’ - Paesi: ALBANIA 
interpreti: Sander Prosi, Reshat Arbana, Robert Ndrenika, Mario Ashiku, Sulejman Dibra, Demir Hyskja. 
Sinossi: 
Grande produzione e cast d'eccezione per quello che è considerato uno dei più famosi film storici albanesi. “Il secondo novembre” del regista Viktor Gjika è un appassionante resoconto sulle difficoltà e sulle tappe fondamentali del cammino di indipendenza albanese fino al 28 novembre di cento anni fa, data in cui Ismail Qemali innalzò a Valona la bandiera albanese dopo aver liberato il paese, questa volta definitivamente dalla presenza dell’impero Ottomano. 
CinemaInStrada, in uno dei quartieri periferici di Torino a più alta densità migratoria, da sempre coniuga la dimensione artistica e culturale con quella sociale attraverso la proiezione di film popolari, in lingua originale e sottotitolati in italiano, rappresentativi delle comunità (romena, marocchina, cinese) più numerose residenti nel quartiere e coinvolgendo queste comunità nella realizzazione del progetto, in modo particolare nella scelta dei film. 

Tutti gli appuntamenti hanno avuto, come in tutte le edizioni precedenti, l’obiettivo di facilitare l'incontro tra gli abitanti del territorio per superare stereotipi e pregiudizi. 
Questa edizione di CinemainStrada è stata organizzata all’interno del progetto ‘Urban Barriera - cosa succede in Barriera?’. Le proiezioni al CinemaTeatro Monterosa hanno previsto un ingresso popolare di soli 3 euro, gratuito per i minorenni e con sconti per le famiglie. Inoltre, in seguito al recente ingresso dell'Associazione i313, organizzatrice del festival, nella Rete del Caffè Sospeso 

Rete del Caffè Sospeso 

la tradizione antica e solidale del Caffè Sospeso praticata nei bar napoletani è stata tradotta dal festival torinese in un ‘biglietto sospeso’: chiunque ha voluto ha potuto pagare, oltre al proprio, un altro o altri biglietti d’ingresso alla serata che sono stati lasciati in “sospeso” per essere utilizzati da altri spettatori. 

Associazione 313
fonte : http://www.cinquew.it

Nessun commento