Alluvione Genova 2011, aperto conto corrente per aiutare il padre di Gioia e Janissa


Flamur Djala ha perso tutto nell'alluvione del 4 novembre 2011 a Genova. Ha perso prima di tutto gli affetti più cari, la moglie Shpresa e le due figlie Janissa e Gioia, di uno e otto anni. HA perso  il magazzino con tutti gli attrezzi dell'impresa edile che aveva aperto con i due fratelli.
Ma Flamur non vuole lasciare Genova, anzi vuole ricominciare la sua vita proprio dalla città che lo ha accolto e che aveva scelto per la sua famiglia. Per questo i suoi amici e parenti hanno fondato un'associazione, chiamandola con il nome della figlia più grande, Gioia, e aperto un conto corrente per raccogliere fondi per quel che resta della sua famiglia.
Gli amici lanciano un appello: "Aiutate Flamur per permettergli di ricominciare a lavorare".
Il conto corrente dove fare la donazione è: IT84U020080140100010756575.



Nessun commento