Scuola: sara' possibile insegnare sardo, friulano, albanese

 (AGI) - Roma, 9 mar - Nelle scuole italiane sara' fra l'altro possibile insegnare il sardo, il friulano, l'albanese, il ladino, il greco ed il croato. Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e del Ministro per gli affari regionali, ha ratificato la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie. La ratifica va considerata come un recepimento formale dei contenuti della Carta, dal momento che l'Italia e' intervenuta con una legge in materia gia' nel 1999.
La tutela delle lingue minoritarie - 12 in tutto: l'albanese, il catalano, il germanico, il greco, lo sloveno, il croato, il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l'occitano e il sardo - prevede, tra le altre cose, la possibilita' di insegnamento nelle scuole, di utilizzo nelle circoscrizioni giudiziarie, oltre che la diffusione di programmi culturali e attraverso i principali mezzi di comunicazione.

Nessun commento