Albanese denigrato e diffamato da Repubblica.it , chieda 1milione di € per i danni



Il giornale la Repubblica da tempo da la caccia agli albanesi , li piazza in prima pagina , li denigra , , li usa , li mette contro gli italiani , li offende , li etichetta come mafiosi . La dittatura mediatica made in De Benedetti un uomo tanto sensibile quando ci sono offese agli ebrei ,ma mai sensibile alle altre razze ,anzi vedere gli articoli che compaiono in questo giornale si potrebbe dire " l'odio verso gli albanesi scaturito dalla gelosia verso un popolo che sta fiorendo , dopo secoli di invasioni" .

Quando qualcuno parla male di Israele su Repubblica.it viene espulso immediatamente ed etichettato come razzista . ( E' successo a Piergiorgio Odifreddi dopo aver difeso la Palestina).

Viene da chiedersi come mai questo giornale alimenta l'odio sociale tra i popoli ??

A subire una violenza mediatica questa volta è toccato ad un ragazzo albanese con la passione del calcio e degli ideali politici non di sinistra  , ovviamente opposto a quel comunismo che ha distrutto i sogni degli albanesi per 40 anni.

Si chiama Landi e tifa per l'Inter , non ha mai lavorato per Massimo Moratti , mai avuto a  che fare con la prostituzione come invece scrive il giornalista su repubblica.

Ecco il testo della risposta sul suo profilo facebook


"Si rezultat i permbajtjes se website Republica.it , une jam pergjigjur si me poshte : " Une kurre nuk kam qene i denuar per krime kaq famekeqe te tilla si droga , nen hetim per grabitje dhe prostitucion . Sic ju e dini te gjithe une jam shqiptar nga lindja , dhe askush me shume se une nuk eshte krenar per origjinen time . 


Une kurre nuk kam pasur marredhenie pune me presidentin e skuadres sime te zemres Zotin Massimo Moratti . Une jam tifoz i madh i skuadres se Vareses , si dhe jam krenar per miqesine e madhe qe kam me grupin Blood Honour , i te cilit une NUK jam apsolutisht lideri . Per ta mbyllur i sygjeroj gazetarit Paul Berizzi , te perdorin me shume burime te informoje , per te shmangur lajmin apsolutisht te rreme ".

Questo invece è l'articolo piazzato in prima pagina da Repubblica.it


1 commento