Come si crearono la Grecia e la Serbia nelle terre albanesi

Un interessante libro di Elena Kocaqi - 'I piani per l'eliminazione degli albanesi: come si crearono la Grecia e la Serbia nelle terre albanesi'
Elena Kocaqi è una scrittrice albanese molto famosa nel campo dell'Archeologia , ha scritto libri importanti sulla storia e sull'Archeologia dell'Europa

Ha scritto il libro 'I piani per l'eliminazione degli albanesi: come si crearono la Grecia e la Serbia nelle terre albanesi( 'Planet për zhdukjen e shqiptarëve: si u krijua Greqia dhe Serbia në trojet shqiptare')

Ha scritto anche un libro sui pelasgi e sugli illiri

Il ruolo Illiro- Pelasgico nella formazione delle nazioni europee (Roli illiro pellazg ne formimin e kombeve europiane).

Elena sostiene che le stesse popolazioni dell'Asia Minore , dei Balcani e dell'Italia antica
erano la stessa popolazione fino all'arrivo degli slavi in Europa.

Elena sostiene che la lingua che queste popolazioni usavano era la lingua pellasgo - illiro che è la lingua albanese di oggi.

L'antica Grecia ha una derivazione dai pelasgi, e che fino al 18 secolo in grecia si parlava la lingua albanese (questo lo sostengono anche scrittori tedeschi ,e altri europei)

Elena accusava già nel 2007 i politici albanese di incatenarsi davanti a Bruxelles finchè la una parte della Lobbie europea ammettesse la realtà dell'Albania in quanto la lingua albanese è la
lingua piu antica in Europa.

Bisogna incriminare davanti ai giudici alcune editorie europee per aver infangato la storia dell'Albania e per aver cercato in tutti i modi di fare un olocausto sulla storia più antica d'Europa.

La Grecia odierna è cosi composta da Arvanitas , da Cham e da Macedoni ortodossi.

Gli odierni albanesi sono formati da Epiri e dardani:la razza che ha creato la civiltà europea.

Perche la Grecia non ha greci, nel secolo 19 in Grecia si è parlata la lingua albanese.

Elena dice che nel secolo scorso la Grecia ortodossa ha manipolato questa storia che appatiene all'Albania e se la apropriata.

Elana sostiene che i greci non esistevano neanche.I greci antichi non sono mai esistiti.

I greci hanno parlato la lingua greca solo nel 20 secolo. La lingua di Atene nel 4° secolo era la lingua albanese.

Lei dice che nel 18 -19 secolo l'Europa intera rimane sotto Choc e chiese ai greci " Comè' è possibile che qui non si parla il greco antico ? dov'è la lingua antica greca ?
I greci risposero che la lingua antica fosse andata sperduta assieme ai greci antichi.
Ancora oggi non si hanno risposte però le bugie sono venute a galla.

Nel 12 secolo in Grecia si parlava ala lingua albanese .I greci odierni fecero delle teorie che "i greci se ne erano andati ma non si sa dove .

Elena dice gli autori e scrittori tedeschi chiamavano Atene "L'Albania nuova del 19 secolo".

8 commenti

  1. ottima questa scrittrice è vermante preparata.

    quelli che danno i veri meriti alla lingua albanese sono i tedeschi .

    i tedeschi amano l'Albania, sta di fatto che nella seconda guerra mondiale loro erano contro i greci

    RispondiElimina
  2. IL RAZZISMO DI RAI 3 SUGLI ALBANESI


    Uno spettacolo poco edificante. Con queste parole, e sto cercando di moderare rabbia e sconcerto, posso definire la parte finale dell'ultima puntata di Ballarò, sugli schermi di una Rai Tre ormai non solo da tempo asservita alla sinistra e all'antiberlusconismo ma capace anche di spalleggiare atteggiamenti di razzismo che affondano le loro radici negli albori della storia senza essere capace di condannarli. Ballarò ha toccato il fondo e con essa l'informazione di stato: nello speciale dedicato al crack economico della Grecia la parte finale della puntata è stata incentrata su alcune interviste ai giovani ellenici. Incredibili le parole di un ragazzo ellenico che invece di mostrarsi preoccupato per il futuro del suo paese ha dichiarato senza mezzi termini: «Finiremo peggio dell'Albania». E' arrivato il momento di dire basta. In qualità di coordinatore deil'Albania e Kossovo e supervisore per l'Aria Balcanica del PDL ma soprattutto di imprenditore italiano che da anni lavora a Tirana a contatto con gli albanesi e come direttore editoriale della testata Osservatore Balcanico che da mesi si batte per difendere il ruolo della piccola Albania in Europa ed appoggiarne l'entrata nell'Unione Europea, posso solo dire che questo stillicidio, questa disinformazione senza freni deve finire. Non mi meraviglio affatto che la mentalità dei Greci non sia cambiata. Mi fa male vedere che le nuove generazioni hanno iniettato nel loro dna l'odio dei loro padri e dei loro nonni. Sul letto di morte il popolo greco si taccia ancora di razzismo, anzichè pensare a come uscire dalla crisi piu nera della loro storia, i Greci cosa fanno? Offendono l'Albania, un paese il cui governo, la cui gente, merita pieno rispetto. Un paese vicino all'Italia non solo geograficamente. Una nazione il cui ingresso nella Ue entro il 2014 deve essere uno degli obiettivi della nostra politica. Ma se l'atteggiamento razzista dei greci quindi non mi fa cascare le braccia, rimango basito di fronte all'atteggiamento della redazione giornalistica di Rai Tre, che a conclusione della puntata, non è stata capace di dire una parola in difesa dell'Albania.
    Non sono un ammiratore di Ballarò e nemmeno dell'informazione di Rai Tre. Ma l'Albania è un paese amico dell'Italia e non merita questo trattamento. E' vergognoso che ancora una volta ci troviamo di fronte ad una tv di stato non solo incapace di informare nel vero senso della parola, ma anche non in grado di distinguere quando certi atteggiamenti diseducativi andrebbero condannati. O forse dietro il silenzio finale di Floris c'è una precisa presa di posizione? Non oso pensarlo.

    SALVATORE ALBELICE
    COORDINATORE PER ALBANIA,KOSSOVO E
    SUPER VISORE AREA BALCANICA PDL

    http://www.politicamentecorretto.com/index.php?news=23546

    RispondiElimina
  3. Il bello è che adesso berisha sta aiutando i greci a dividere l'albania!!!!! Quell'uomo è una vergogna, non so come ci possa essere gente così idiota da votarlo!!!

    RispondiElimina
  4. meglio lui che edi rama.

    Berisha ha fatto entrare l'Albania nella nato.

    Il kosovo ha l'indipendenza.

    sembrano delle cose semplici , ma senza queste 2 cose gli albanesi potevano subire l'ennesima invasione slava.

    vivA BERISHA

    RispondiElimina
  5. viva berisha???? ha fatto entrare l'albania nella nato??? ha dato l'indipendenza al kosovo???? ma dove vivi??? sulla luna??? primo per entrare nella nato non serve fare nulla di particolare, è un'organizzazione militare quindi devi anzi spendere tu soldi per l'esercito, mandare soldati innocenti a morire in guerra solo per arricchire gli americani, secondo l'indipendenza al kosovo l'ha dato l'america, perchè berisha non conta nulla, il resto del mondo non sa nemmeno chi è, e naturalmente l'america non l'ha fatto perchè le importa qualcosa del kosovo o dei kosovari, lo ha fatto perchè cosi ha un paese dove può fare tutto quello che vuole(Camp Bond-steel).L'unica cosa che ha fatto berisha di suo è quello di regalare un pezzo di mare albanese alla grecia, dove passerà il petrolio per l'italia, quindi oltre al danno anche la beffa.

    RispondiElimina
  6. ma allora e vero che berisha ha dato un pezzo di mare a i grecci ,,,sapevo di questa cosa leggendo un po su internet ma pensavo che fosse un altra fantasia filo grecca,,e invece e vero ,spero solo che per rinunciare a un pezzo di mare loro pagano qualcosa ma penso proppio di no,,sai ,,,,,,quella e l,albania ,,,e abituata a regalare tutto ,,terra ,,acqua ,,popoli ,,,che vergogna

    RispondiElimina
  7. sarebbe grave anche se loro lo pagassero, ma non è così perchè non pagheranno nulla!!! Il bello di tutto questo è che questa cosa è anticostituzionale, però evidentemente la costituzione è solo un pezzo di carta.Ah e tutto questo mentre nella parata ufficiale greca ad atene i soldati greci offendevano gli albanesi dicendo che sono maiali!!!!!! Tutto questo di fa ricordare di quando Enver Hoxha parlava della grecia,dicendo che se avessero voluto prendere qualche parte dell'albania tutti gli albanesi, lui per primo, sarebbero stati li a ricacciarli in grecia!!!

    RispondiElimina
  8. Ad anonimo
    credi che sia facile essere un paese che ha subito ben 50 anni di dittatura e che sia semplice parlare senza avere mai percepito il dramma del nostro popolo , i greci non ci hanno mai aiutato ma hanno optato sempre ad adottare politiche di distruzione economica e sociale contro l'Albania .Forse è solo invidia i greci non sopportano il fatto che l'Albania sta diventando più ricca e più importante di loro

    RispondiElimina