Siglato l'accordo tra Torino e Tirana

Da oggi Tirana e Torino sono più vicine. Questa mattina, infatti, a Palazzo Civico, il Presidente del Consiglio comunale di Torino Beppe Castronovo e il suo omologo di Tirana Sokol Dervishaj hanno firmato il Memorandum d'intenti e l'Accordo di collaborazione tra il Presidente del Consiglio comunale della Città di Tirana e il Presidente del Consiglio comunale della Città di Torino.
Per la componente italiana, hanno preso parte ai lavori: Beppe Castronovo Presidente del Consiglio comunale; Michele Coppola Vice Presidente del Consiglio comunale; Gioacchino Cuntrò Presidente I Commissione Bilancio e Programmazione del Comune, Bilancio e Programmazione delle Aziende, Patrimonio, Economato, Personale e ordinamento degli uffici, Servizi Demografici, Polizia Municipale; Maria Teresa Silvestrini Presidente della IV Commissione Sanità e servizi sociali; Monica Cerutti Presidente della VI Commissione Ecologia e ambiente, Verde pubblico; Maurizio Baradello dirigente settore Cooperazione Internazionale, anche in rappresentanza dell'Assessore alla Promozione, Cooperazione e Relazioni Internazionali Michele Dell'Utri; Mario Sechi dello staff dell'Assessore al Personale, Organizzazione e Polizia municipale Giuseppe Borgogno; Paola Loiacono dello staff direttivo della Polizia municipale; Giovanni Firera Console onorario dell'Albania; Sokol Zaimi della Fondazione Via Egnatia; Indrit Aliu interprete.
Per la delegazione albanese, sono intervenuti: Sokol Dervishaj Presidente del Consiglio comunale di Tirana; Besnik Baraj Capogruppo del Gruppo socialista e componente della Commissione Salute, Veterinaria, protezione ambientale; Petrit Vargu Presidente della Commissione Salute, Veterinaria, Protezione Ambientale; Fatjon Softa Presidente della Commissione Ordine pubblico e Protezione Civile; Eva Allushi Componente Commissione Edilizia sociale; Teuta Starova Componente Commissione Esteri; Mitro Cela Componente Commissione Finanziaria; Eduard Shalsi Capo Gabinetto del Sindaco.

Publikuar 4.7.2007

fonte http://www.comune.torino.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti ultimi 7 giorni

Commenti recenti

Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria.Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun altro scrive loro altri libri, li fornisce di un'altra cultura, inventa per loro un'altra storia. Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che e' stato. E il mondo attorno a lui lo dimentica ancora piu' in fretta. L'Albania ha la storia più antica d'Europa , una storia distorta dagli invasori e che faticosamente sta cercando di ricostruire.