L'Albania si scopre a Torino dal 26 giugno - 12 luglio

L'Albania si scopre . Scoprire la magia dell'Albania.

La cooperativa Arcadia, in partnership con l'associazione Idee Migranti di Torino e alcune associazioni di cittadini albanesi di Modena e Torino, promuove e organizza a Torino la mostra "L’Albania si scopre". Immagini da una storia ancora in corso, sarà inaugurata il 26 giugno, alle ore 11 con rinfresco albanese, presso gli Antichi Chiostri - via Garibaldi, 25 -e rimarrà a perta dal 26 giugno al 12 luglio

A seguire si terrà Il Convegno: Immigrazione e integrazione, sempre Venerdì 26 giugno 2009 ore 14.30, presso il Circolo dei Lettori - Via Bogino, 9 - Torino

PROGRAMMA


  • Sabato 27 giugno ore 11 presso la Biblioteca Calvino, Lungo Dora Agrigento 94, Torino
    Presentazione del libro "In alto mare" nell’ambito dell’iniziativa Passaggio a est, a cura dell’associazione Vatra.
    Ospiti: Antonio Caiazza e Visar Zhiti

  • Lunedì 6 luglio ore 20,30, Eataly, via Nizza 230 int. 14, Torino
    Cena a cura dello Chef manager di Eataly Bologna Alberto Bettini 1 stella Michelin e 1 lumaca Slow Food. Il ricavato andrà a sostegno del progetto Guri I Zi di microimprenditorialità tessile femminile in Albania


  • Venerdì 10 luglio ore 20,30, Circolo dei Lettori, via Bogino 9, Torino
    Serata di proiezione di video di artisti albanesi e presentazione dell’Adriatic Exploration 2008: viaggio tra i relitti del Sud Adriatico Reportage di un’esplorazione su navi di grande interesse storico, affondate lungo le coste albanesi.
    Ospite: Cesare Balzi, IANTD instructor trainer

Comunque c'è la mostra in via Garibaldi, 25. Rimarrà aperta dal 26 giugno al 12 luglio 2009




Hai già visitato questa mostra e hai delle foto? inseriscile qui e le condividi con gli altri Carica le tue foto

10 commenti

  1. questa mostra è povera di informazioni.
    si poteva fare meglio.
    Il mio ragazzo è albanese. ci tenevo aver emolte piu informazioni.
    si poteva fare meglio.
    Non so chi è a capo dell'evento però mi aspettavo di più.
    viva l'albania
    laura

    RispondiElimina
  2. NON MI E PIACIUTA LA PRESENTAZIONE . CERANO PERSONE BEN VESTITE QUE E LA MA MANCANO LE IDEE.

    RispondiElimina
  3. mua pme pelqeu sepse ishte nje gje shume e mire per shqiptaret .mostra eshte ne qender te torinos ne via garibaldi edhe eshete nje rruge me shume persona qe shetisin

    RispondiElimina
  4. IL PEGGIOR POSTO IN ITALIA PER PROMUOVERE L'ALBANIA E TORINO.

    iL NEMICO NUMERO UNO DEGLI ALBANESI E DELL'ALBANIA SONO TORINO E I PARTITI CHE CI SONO NATI IN QUESTA CITTA COSI TRISTE.
    ERA MEGLIO ORGANIZZARLA A MILANO

    RispondiElimina
  5. lo scopo della mostra era quello di far parlare dell'Albania. Secondo me l'obiettivo è stato raggiunto. Poi se ci sono suggerimenti o idee(visto che mancavano)per migliorarla benvengano. per i fun di Milano vi dico che la mostra ci sarà anche a Milano, il più presto possibile.
    p.s. Dobbiamo sempre parlare del nostro paese, farci conoscere, anche con dei lavori modesti come quello di Torino. é vero che ci sarano più chiacchere che fatti concreti ma almeno erano chiacchere sulla nostra Albania.
    ciao a tutti
    ju pershendes te gjitheve

    RispondiElimina
  6. Il fatto di aver organizzato un mostra fotografica dedicata all'Albania è di per se una cosa positiva.

    Anche il luogo della mostra non è male, in termini di visibilità. Via Garibaldi è un isola pedonale molto frequentata sopratutto nei fine settimana.

    Per quanto rigurda il resto ci sarebbero un pò di domande da porsi.

    Ad es., chi è il curatore della mostra?

    Quale idea/concetto sull'Albania voleva convogliare?

    E' riuscito a farlo? In che misura?

    E' ancora utile organizzare eventi, anche di dubbia qualità, seguendo la logica 'purchè se ne parli' oppure 'purchè si faccia qualcosa'?

    Oltre ad alcune (poche) foto di Marubi, la maggior parte degli scatti esposti sono stati realizzati dal fotografo Roland Tasho, presente all'inaugurazione.

    Lui che ne pensa di questa mostra?

    E i curatori del patrimonio Marubi che hanno concesso l'uso delle loro fotografie cosa ne pensano?

    Queste sono le voci che avrei voluto sentire in interviste e/o commenti realizzati dagli organizzatori, da divulgare poi in comunicati stampa.

    E invece queste voci mancano del tutto.

    RispondiElimina
  7. messaggio per Roland Tasho7 luglio 2009 21:55

    giusto bisognerebbe chiedere a Roland Tasho di fare meglio le cose la prossima volta e di non pensare solo ai soldi ma anche all'immagine dell'Albania

    RispondiElimina
  8. ragazzi le foto dello Studio fotografico Marubi di Scutari erano belle ma secondo me su internet c'è ne sono un casino molto piu belle provate a digitare su goggle Marubi ci sono delle immagini storiche e artistiche che sono bellissime. il fatto è che l''unico vero artista albanese rimane Edi Rama . Ho visitato Tirana e ne sono rimasto affascinato dal totale cambiamento. Gli albanesi dovrebbero smetterla di pensare solo ai soldi esiste anche il volontariato ,dedicarsi all'arte.. oppure lo sport. Gli albanesi per la cultura sono un po pigri. Gli albanesi dovrebbero dedicarsi molto di piu alla cultura perche hanno una cultura ricchissima solo che gli albanesi pensano che l'unica cultura sia costruire case sul lungomare.

    RispondiElimina
  9. si perche gli italiani anno cultura ? da roma in giù siamo sotto 0

    RispondiElimina
  10. allora venite in France che di cultura ce ne di piu

    RispondiElimina