Giustiniano Nicolucci (1869):i pelasgi erano Epirioti ed Albanesi

I pelasgi erano Epirioti ed Albanesi
tratto dal libro "Antropologia dell'etruria - memoria di Giustiniano Nicolucci"

"E dapprima si fa innanzi la ipotesi della provenienza pelasgica degli Etruschi , ma il nome di Pelasgo è così vago ed incerto presso gli antichi scrittori , che noi non sappiamo ceramente qual popolo esso fosse , quale la sua patria originaria, quali le sue relazioni con gli altri popoli conosciuti dell'antichità. La congettura più probabile è quella che i Pelasgi fossero un popolo antichissima della Grecia , che scacciato da molti punti di quel territorio degli Elleni , parte emigrava in lontane contrade , parte ricoverava presso i suoi confratelli dell'Epiro ove dura tuttavia numerose sotto il nome di Epirioti od Albanesi.
Se questi dunque erano Pelasgi dell'antichità, e se gli Etruschi erano un ramo dei Pelasgi, i crani di entrambi i popoli dovrebbero comprovarlo con la somiglianza della loro conformazione , ma la comparazione appunti de'crani etruschi e pelasgici non si concede di ammettere alcuna relazione fra di essi , e ci fa giudicare inammissibile la opinione della derivazione pelasgica de'Tirreni.


Il cranio pelasgino (epiriotico) è brachicefalo ortognato.
Alta , larga e retta ne è la fronte , grandi ravvicinati fra di loro i seni frontali , larga e breve la faccia , moderato lo sviluppo dè zigomi , quadrate e quasi rette le orbite, forte di forma parabolica e mascella inferiore , aspre e rilevate le linee frontali , temporali , eccipitali , preminente e forte la spina occipitale,lunghe e robuste le apofisi stiloidi del temporale, forte ed uncinatol'hamulus ptreygoideus della lamina interna......"






Titolo: Antropologia dell'Etruria
Autore: Giustiniano Nicolucci
Editore: Stamperia del Fibreno, 1809







Nessun commento