Immobiliare albanese in crescita

Immobiliare albanese in crescita
Saturday 06 December 2008
Investitori di tutto il mondo, soprattutto dell´Europa Occidentale, stanno scoprendo l´immobiliare albanese: conveniente e gradevole. Ne parla Setimes.com.
Gli investitori esteri stanno scoprendo l´immobiliare in Albania, specialmente per quanto concerne le aree turistiche della costa adriatica. L´Albania è largamente inesplorata per quanto riguarda gli investimenti del settore turistico. La situazione politica ed economica stabile e le prospettive in UE e NATO rendono l´Albania ancora più attraente.

Gli esperti del settore immobiliare confermano che l´integrazione in UE e NATO, di cui i processi sono in corso, assicurerà un considerevole apprezzamento nell´immobiliare nei prossimi 5-10 anni. Alcuni prevedono un apprezzamento annuale del 30 percento, mentre per ora in Albania ci sono i prezzi più bassi di tutta l´Europa.



www.setimes.com - by Elena Arena

fonte:http://euregion.net/

Commenti

  1. Grecia nel caos10 dicembre 2008 11:08

    Grecia, sciopero generale e tensioni
    Stampa: «Paese in un vicolo cieco»

    ATENE (10 dicembre) - Sciopero generale oggi ad Atene proclamato dai due principali sindacati contro la politica economica di austerità del governo. L'esecutivo aveva chiesto di rinviare lo sciopero vista la tensione nel paese dopo l'uccisione del 15enne Alexandros Grigoropoulos da parte della polizia che ha scatenato le violente proteste in tutto il Paese. Ma dai sindacati è arrivato un secco no. Lo sciopero sta paralizzando i trasporti urbani in tutte le città greche e interferendo pesantemente con i collegamenti aerei e marittimi. Prevista una grande mobilitazione nel centro di Atene, che il premier Costas Karamanlis ha inutilmente cercato di evitare.

    Ieri sono continuati scontri e distruzioni, nel giorno dei funerali di Alexis. Una cinquantina di persone sono state fermate. In quattro giorni oltre trecentocinquanta negozi sono stati danneggiati ad Atene.

    Prima notte tranquilla ad Atene, Salonicco e Patrasso dopo cinque giorni di scontri. Ma la stampa greca sottolinea: «Il Paese in un vicolo cieco». Così titola il quotidiano liberale Kathimerini nella giornata dello sciopero generale di 24 ore. L'opposizione ha chiesto di andare ad elezioni anticipate. Per Kathimerini «ci sono ormai divergenze anche in seno all'esecutivo». Il giornale Ethnos, di centro sinistra, scrive «Dimissioni ed elezioni per risolvere la crisi». Ta Nea, di sinistra, titola «Crollano governo e polizia».

    ecco l'articolo:http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=37720&sez=HOME_NELMONDO

    e l'Albania come è messa con la crisi economica

    RispondiElimina

Posta un commento