Albania : Sguardi di una reporter , il libro di Rosita Ferrato


Rosita FERRATO

Albania. Sguardi di una reporter
Con un'intervista a Benko Gjata
184 pagine con Illustrazioni in bianco e nero di Maria Cristina Sidoni
e un inserto fotografico a colori
Lexis edizioni – Euro 18,00















Albania : Sguardi di una reporter - di Rosita Ferrato

Pur essendo vicina all'Italia risulta poco conosciuta ai più. È questa considerazione che ha spinto Rosita Ferrato a visitare più di una volta il paese delle aquile, fino a innamorarsene. E dai suoi appunti di viaggio nasce “Albania: sguardi di una reporter”, dove il paese viene raccontato in una miscellanea di cenni storici, turistici, sociologici e piccole curiosità. Ne emerge un ritratto spigliato, di facile consultazione, a metà tra il taccuino di viaggio e il reportage giornalistico.

Stile leggero e informale per descrivere una nazione troppo spesso avvicinata dai media italiani solo per l'immigrazione nel nostro paese. Rosita Ferrato ancora una volta propone al lettore garbati spunti di conoscenza e riflessione.



Estrapoliamo alcune righe dal libro molto originale e spiega l'Albania e gli albanesi a 360 gradi.

..eccone alcuni tratti...

"Una elegante coppia di anziani francesi guarda le persone del
gruppo – italiani e albanesi – come se fossero dei selvaggi.
Non si riconosce molto bene chi è chi: a differenza di altri
popoli, ad esempio i rumeni o gli stessi italiani (riconoscibili a
prima vista per il modo di abbigliarsi, alcuni tratti particolari
o da semplici dettagli come, nel caso delle ragazze romene, il
colore nero nero delle tinte per capelli) gli albanesi non sono
riconoscibili. Sono come gli italiani, ma in generale meno “tamarri”.
I giovani sono meno tatuati, le ragazze più appariscenti,
ma sempre vestite in modo molto femminile: «È una sorta
di cliché – mi dice un amico albanese – le ragazze indossano
jeans aderenti, tacchi alti alti e top scollato».

.............
Nell’aereo Torino-Tirana dei primi d’agosto, tantissime le famiglie,
con bambini che spesso sono scatenati. Ma tant’è: «Una
faccia, una razza», diceva Abatantuono nel film Mediterraneo, e
questo vale anche per questo popolo, che si confonde con noi.
Le signore un po’ agées ricordano le nostre donne del Sud: capelli
corti, rotondette e con i gioielli in oro, cerchietti alle orecchie
e collanine.
...
se volete leggere la continuazion di queste frasi fatevi un regalo compratevi il libro
Albania : Sguardi di una reporter , il libro di Rosita Ferrato

per maggiori info www.rositaferrato.it

Nessun commento