Miglior sindaco del mondo 2004



Il miglior sindaco del mondo 2004 Edi Rama sindaco di Sirana


Primo cittadino di Tirana, ha stracciato tutti gli avversari delle citta' piu' grandi e famose. Questa la sua ricettadi FRANCESCA FOLDA
Quando è stato eletto sindaco di Tirana per la prima volta, nel 2000, Edi Rama, pittore e scultore allora trentaseienne, era un perfetto sconosciuto del panorama politico mondiale, per quanto da due anni fosse ministro della Cultura nel governo albanese. Oggi è il World mayor 2004, il primo cittadino più amato al mondo, eletto nella

competizione online che ha coinvolto 35 mila persone (il 41 per cento dei votanti in Europa, il 35 per cento in Nord America, il 14 per cento in Asia, il resto da America Latina, Africae Australia). «Sono molto felice di questa vittoria» dice Edi Rama a Panorama «perché posso finalmente portare sulla ribalta internazionale una bella notizia dall'Albania. Ancora tanti, in Italia e altrove, pensano che questo paese in piena rinascita sia capace di produrre solo cronaca nera ».
Edi Rama ha supeirato in preferenze il sindaco di Città del Messico Andrés Manuel Lopez Obrador e quello di Roma, Walter Veltroni, grazie anche a una politica dei pennelli tanto rivoluzionaria quanto efficace: ha dipinto di mille colori i grigi edifici di epoca comunista, ha hatto ristrutturare i palazzi delle istituzioni, demolito case abusive, creato ettari di aree verdi.
Qualcuno lo accusa di aver puntato soprattutto alla cosmesi della città, l'opposizione lo ha messo sotto inchiesta per corruzione, ma Rama gode del favore dei concittadini che nell'ottobre 2003 lo hanno rieletto con il 61 per cento dei voti (e a Tirana vive più di un terzo della popolazione albanese). Anche il quotidiano inglese The Guardian gli ha dedicato un lungo articolo dal titolo «L'uomo della rigenerazione ».
Tra gli imprevedibili estimatori del sindaco c'è Giulio Repetti, in arte Mogol, celebre autore di canzoni: «Ero stato in Albania sei anni fa e mi aveva col~pito l'assenza di traffico e di colori.Quando sono tomato, meno di un anino fa, tutto era cambiato: la città sembrava una gigantesca mostra di quadri. La notte sfavillava di luci e i giovani passavano da un locale all'altro. Ho avuto la sensazione che fosse tornata prorompente la vita». Un entusiasmo per la capitale e la sua gente che lo ha portato a proporre alla Farnesina un progetto per rilanciare con borse di studio e concerti la canzone popolare albanese.
Il sindaco-artista ha plani concreti anche dal punto di vista urbanistico: «Stiamo seguendo cinque concorsi internazionali con finanziamenti pubblici e privati per avviare il grande progetto Tirana capitale europea, curato dall'Architecture studio di Parigi» spiega Rama, che annuncia: « Con l'aiuto del govemo e della cooperazione italiana ne saranno finanziati due: quello per il ripristino di piazza Skanderbeg (la più grande e centrale della capitale, ndr) e quello per i ponti dei libri sul fiume Lana, dove i cittadini saranno costretti a camminare tra i volumi e dove, spero, ci sarà anche un ponte della cultura letteraria italiana che tanto ha influenzato la nostra gente ». .


L'articolo e' pubblicato su "Panorama" Anr.52 del 23/12/2004, fq.113
Share on Google Plus

About admin

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.

0 commenti :

Posta un commento

Commenti recenti