Gli albanesi sono discendenti dei Illiri o Pelasgi ,la razza che , secondo Erodoto, ha fondata Atene - Turismo in Albania

Latest

Cuoriosità Albania

giovedì 14 giugno 2012

Gli albanesi sono discendenti dei Illiri o Pelasgi ,la razza che , secondo Erodoto, ha fondata Atene


Lo studioso Max Mueller, sulla questione delle origini e i legame dei popoli , dichiara che gli albanesi sono i discendenti dei Illiri o Pelasgi, quella razza che, secondo Heroditto, ha fondata Atene. 



Questa frase è stata presa , e tradotta in italiano , dal libro in inglese "Current opinion, Volume 70"

Il testo originale riportato qui sotto:

Max Mueller, the savant learned concerning the origins and kinship of peoples, declares that the Albanians are descendants from the Illyrians or Pelasgians, that race which, according to Heroditus, founded Athens.
p.319


Titolo : Current opinion, Volume 70
Volume 702-707 of American periodical series, 1850-1900
Editore: Current Literature Pub. Co., 1921

6 commenti:

  1. I pelasgi parlavano un dialetto arumeno e noi arumeni siamo i discendenti dei traci la nostra lingua e la linqua piu antica in questo mondo e la stessa lingua 90% che parlavano Filipo secondo e Alexandro il magno.Lingua Arumena a piu di 2000 anni.Cerca su google Branislav Stefanoski al Dabija lui a tradotto molto facile La stella di Lemnos perche e stata scrita in un dialetto arumeno.(io ho contatato Branislav Stefanoski al Dabija perche ho trovato su un link italiano la traduzione della Stella di Lemnos da un albaneze e le traduzioni non sono uguali e lui mi a risposto tramite una e mail.la sua traduzione e quella buona…le tavolette antiche dei traci o pelasgi sono scritte in lingua arumena o un dialetto arumeno perquesto e facile per lui a tradurli Branislav Stefanoski al Dabija e discendente dei Re Machedoneni Dabija) La scienza sostiene che la piu antica scrittura e quella dei summeri.I pelasgi sono quelli che anno inventato la scrittura minimo 1400 anni avanti cristo…..anche le famose opere Iliada e Odissea li anno scritto i Pelasgi.Omero solo li a tradotto in lingua greca arhaica

    RispondiElimina
  2. Ma si'?! Alessandro Magno all'occasione diventa arumeno, albanese, dacia, slavo...tutto tranne ELLINAS MAKEDON di lingua dorica!!!!!!!!! E va a finire che per capire il suo Maestro Aristotele usufruiva della presenza di un mediatore culturale?!?!?!?!?!?!!!!!!! Santo cielo ma quante ne spareranno ancora in nome di stupidi e vuoti deliri nazionalistici???? PIETA'

    RispondiElimina
  3. Tutta la penisola ballkanika si chiamava Illiricum (Illiri) dai Romani.in quella regione viveva in pace un popolo Divino. Lo dicono tutti i storici antichi greci ed romani. Le prime citta d'Europa vengono costruiti da Loro. Diverse tribu in quell'areo furono sllavizati. Lunico popolo discendente sono gli Albanesi. E scentificamente provato. Piacia o no. In modo viliaco ,recentemente,la penisola Illirica fu chiamato ballcanika. Questo grazia l'asse franco sllavo greca.Queste ed molto altre verrano fuori un giorno.

    RispondiElimina
  4. Non centra nazionalizmo. I numerozi stiudiosi confermano che i pelasgho-illirici da milleni vivevano quella penisola. Piace o no a qualcuno. I romani lo chiamavano penisola Illiricum. Fu chiamato in modo meskino e vigliaco ,dal asse franco-sllavo-hellenico,ballkanica. Ed quando si affermano certi studi non per amore di patria ma per leggere al meglio la verita storica. Non dobbiamo aver timore di saper chi siamo e da dove veniama. In questo modo saremo in grado di direzionarso meglio.

    RispondiElimina
  5. Prima di cercare improbabili origini con i popoli preellenici bisognerebbe trovare una spiegazione ad alcune grosse incertezze della storia del popolo albanese. I dardani a cui spesso si fa riferimento dovrebbero far riflettere sull'assonanza col nome dello stretto dei Dardanelli, che potrebbe far ipotizzare una migrazione storica da questa zona o attraverso questo luogo. Le recenti indagini genetiche concordano sul fatto che gli albanesi attuali e in special modo quelli del Kosovo hanno una forte componente genetica mediorientale creatasi da un numero esiguo di persone, questo si spiegherebbe con una migrazione da sud-est. Tale tesi trova inoltre un'ulteriore prova, cioè una forte similitudina tra molte parole rumene e albanesi, a prova di un'origine affine dei due popoli. Mentre i rumeni a nord subirono una lenta ma inesorabile romanizzazione, gli albanesi probabilmente rifugiatisi nelle impervie montagne balcaniche riuscirono a mantenere più o meno integra la loro lingua evitando però anche un'eventuale elenizzazione proveniente da sud. Questo corridoio-rifugio si trovava quindi abbastanza a sud da evitare la romanizzazione come accuduto ai rumeni, ma anche abbastanza a nord da evitare l'influenza linguistica greca, come l'hanno subita gli antichi macedoni. Tutti i termini albanesi riguardanti la vita marittima infatti sono stati presi in prestito dalle popolazioni vicine, il che significa che l'attuale posizione sulle coste adriatiche è da ritenersi relativamente recente. Oltre a questo in Albania e in Kosovo troviamo un'altra importante anomalia riguardante la presenza molto consistente di toponimi slavi. Quest'ultimi sono davvero numerosissimi: Korcë(Kor'ca-Gorica), Kamenicë(Kamenice), Pogradec, Leshnicë(Leśnica), Trebinjë(Trebinje-Trebnje), Dishnicë(Dišnica) , Drenovë(Drenovo), Rehovë(Orehovo), Borovë(Borovo), Novoselë(Novo Selo), Leskovik(Leskovo), Glinë(Glina), Goricë(Gorica), Bistricë(Bistrica), Drashovicë(Dražovica), Kremenar(Krémen), Grabovë(Grabovo), Karkavec(Krakovec), Selishtë(Selište) , Sllatinë(Slatina), Kollovoz(Kolovoz), Prosek(Prosek), Guri Bardë(Gornje Brdo), Oreshkë(Oreške), Selcë(Selce), Jezercë(Jezerce), Bradoshnicë(Bradošnica), Patok(Potok), Gradishtë(Gradište), Pojan(Poljana), Topojë(Topoli), Selo(Selo), Selenica(Zelenica), Gradec, Koritë(Korita), Malinë(Maline), Shebenik-Jabllanicë(Šibenik-Jablanica), Podgorcë(Podgorica), Sllatinë(Slatina), Zagrad(Zagrad), Shirokë(Široko), Tërnova(Trnova) ecc. Questi sono solo alcuni toponimi che hanno un chiarissimo significato in tutte le lingue slave.
    Quasi sicuramente questi toponimi sono ciò che resta dell'antico regno della Croazia Rossa(Crvena Hrvatska) o addirittura sono ciò che è rimasto di un'antica presenza slava che è rimasta solo nell'antica Croazia Bianca, l'odierno litorale croato. Dove sono finiti questi antichi abitanti slavi? In parte si sono albanesizzati e in parte sono sopravvissuti attraverso i popoli croato, serbo, macedone. Prima di cercare chissà che leggende mitologiche sull'origine albanese quindi, bisognerebbe risolvere questi dilemmi che rimanendo senza risposta rischiano di trasformare il dilagante nazionalismo albanese in un gigante dai piedi di argilla.

    RispondiElimina